Comunicati Stampa:

News & Articoli

In un silenzio assordante, ha preferito farla finita togliendosi la vita

Vi siete mai chiesti cosa spinge un essere umano a togliersi la vita? Provate a immaginare! Personalmente credo ci siano tanti motivi,ma sono certo che la causa primordiale è il sistema! Tempo fa conobbi un imprenditore onesto del nord Italia, capace nel suo lavoro, ineguagliabile stacanovista che gestiva con orgoglio un’azienda con circa 50 dipendenti e tutto l’indotto (ovviamente)! Purtroppo quest’Uomo, aveva un problema, era stato segnalato come cattivo pagatore nei sistemi di informazioni creditizie “Crif, Ctc, Experian ecc ” per poi finire “bollato” nella CR (Centrale dei Rischi) di Banca d’Italia! La causa iniziale? Tre rate pagate in ritardo di un motorino intestato al figlio dove l’

Intervista al Segretario Generale ASSOPAM che traccia una fotografia del sistema creditizio italiano

Dott. Piperno, da dove vogliamo iniziare? Direi di cominciare da M10. Che vuol dire? M10 è il numero d’iscrizione all’OAM della Adattofin Mediazione Creditizia SpA, società di cui sono amministratore e socio sin dalla costituzione, nell’ormai lontano 2004. Quel numero d’iscrizione per me ha un valore enorme, perché quando nel 2012 nacque il nuovo organismo di vigilanza OAM – Organismo Agenti e Mediatori, molti attori e protagonisti di questo mercato si spaventarono difronte al cambiamento epocale che il Decreto Legge 141/2010 sulla riforma del mercato del credito avrebbe generato, tracciando una linea di confine netta fra passato e futuro. Ma noi no, anzi, credemmo fermamente che la nostra p

Gli intermediari creditizi professionali

L’ottobre 2012 introduce il dlgs 141/2010, che riforma le figure di agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi, definendo i requisiti per poter svolgere tali attività in un’ottica di maggior tutela e garanzia per il mercato del credito. Il risultato è però disastroso e vede a monte molti intermediari finanziari che da un lato chiudono a cooperazioni con gli intermediari del credito regolari, strizzando incomprensibilmente l’occhio ad altre categorie di segnalatori, dall’altro i consumatori si affidano a chiunque si presenti come esperto in materia finanziaria. Decido di aderire fin dalla costituzione al progetto Assopam promosso da Raffaele Tafuro e ricoprirne la carica di vicepres

Assopam: Il Governo del Premier Giuseppe Conte vada avanti più forte e motivato di prima

Con grande stupore abbiamo assistito in questi giorni alla volontà del Ministro e Vice Premier Matteo Salvini di voler staccare (a tutti i costi) la spina del Governo, dove lui stesso è uno dei protagonisti assoluti! Lo ha fatto in un momento storico in cui tutti gli indici economici ed occupazionali segnano dati incoraggianti per l'economia (come non accadeva da decenni). In sequenza, alcuni imprenditori (tra cui un noto imprenditore della mia terra) hanno manifestato con sterili comunicati stampa, che l'azione del Ministro Salvini è necessaria e/o l'unica soluzione per salvare il paese! Alcuni "addirittura" hanno dichiarato di essere pronti a scendere in campo! Per essere più convincenti,

Il Fatto Quotidiano parla delle battaglie Assopam

E se provassimo ad immaginare anche una blacklist delle banche condannate per gli abusi perpetrati a danno dei cittadini? Non è una provocazione, è una dichiarazione di “par conditio” considerato che loro, le banche, “segnalano”, a giusta ragione, quelli che non riescono a restituire quanto hanno ricevuto in prestito o che non onorano gli impegni presi. Andiamo con ordine. In molti miei precedenti interventi ho spesso parlato dell’ingiustizie che milioni di italiani sono costretti a subire una volta entrati nel vortice delle segnalazioni negative delle SIC (sistemi di informazioni creditizie). Qualche anno fa mi accorsi, potenza del web, che un testardo operatore finanziario pugliese aveva s

INCAPACI E INCOMPETENTI, IN SOLI 7 ANNI HANNO STERMINATO UN SISTEMA.

A sette anni dall’attuazione del Dlgs. 141.2010 ecco i FALLIMENTARI risultati nel mondo dei “Grandi Esperti” : Esodati 280.000 consulenti del credito (hanno chiuso battenti); 300 miliardi di finanziamenti NON erogati a famiglie e PMI (crisi irreversibile per il ns paese); Schiavismo per gli agenti in attività finanziaria (costretti al regime del mono mandato); Diminuzione dei prodotti offerti ai Consumatori (causa regime mono mandato); 85% delle Società di Mediazione Creditizia (off line) vessate dal complottismo del diniego dei mandati; Aumento delle segnalazioni NEGATIVE per i Consumatori e le PMI in Crif Ctc Experian (causa, cattive consulenze e inefficaci prodotti offerti); Esercito di a

Ultimi Post
Archivio

Associazione per Agenti e Mediatori Creditizi 

Via Rubens n. 7 - 20148 Milano 

C.F. 97811590583 

Legalmail assopam@pec.it 

  • Facebook Clean
  • LinkedIn Clean

- Per non dimenticare mai - 

Media Partner 

privacy.jpg