Costituzione

8 Settembre 2014 nasce Assopam 

Costituita a Roma l’Associazione piccoli agenti e mediatori in breve ASSOPAM

E’ stata costituita a Roma, in data 8 settembre 2014, la prima associazione nazionale di categoria dopo l’entrata in vigore della riforma del credito attuata con il D.Lgs. n. 141/2010.

La stessa è nata con l’intento di tutelare i diritti di tutti gli operatori del credito iscritti nell’elenco dell’Organismo degli Agenti e dei Mediatori (OAM) sottoposto alla Vigilanza della Banca d’ Italia.

Promotori dell’iniziativa sono stati i vertici di alcune società finanziarie che operano da anni nel settore creditizio tra i quali Antonio Falanga della FALANGA FINANCIAL SOLUTION srl, Raffaele Tafuro di AGENZIA UNO srl, Fulvio Rapanà della REAL MEDIAZIONI spa, Antonello Minino della MININO & PARTNERS srl, Stefano Melia della AESSEFIN srl e Giovanni Luca Fresi della IMPRENDO GROUP spa.

L’iniziativa nasce dalla necessità di costituire un organismo che possa tutelare e dar voce ad una categoria, quale quella dei mediatori creditizi e degli agenti in attività finanziaria collaboratori compresi, che incontra ogni giorno innumerevoli difficoltà nello svolgimento del proprio lavoro a seguito dell’entrata in vigore della riforma attuata nel settore del credito. L’obiettivo perseguito dal legislatore era soprattutto quello di disciplinare lo stesso in maniera organica e di riorganizzarlo anche attraverso la creazione di un organismo, l’OAM, deputato alla gestione degli elenchi dei mediatori creditizi e degli agenti in attività finanziaria. La summenzionata riforma (dlgs 141/2010) ha fissato nuovi requisiti per lo svolgimento della professione di mediatore ed agente del settore credito al fine di tutelare il cliente finale, depurando il mercato dei cosiddetti “consulenti finanziari” da anomalie operative che lo caratterizzavano. Una prima conseguenza dell’applicazione della riforma è stata la drastica riduzione del numero dei mediatori creditizi e degli agenti in attività finanziaria, infatti si è passati da oltre 300.000 unità a poco più di 16.000. I nuovi operatori del settore finanziario, siano essi agenti in attività finanziaria o società di mediazione creditizia collaboratori compresi, nonostante il rispetto della nuove regole e soprattutto l’immutata passione, professionalità e serietà con cui continuano a condurre il proprio lavoro, incontrano quotidianamente forze avverse e, principalmente, ignote da parte della maggioranza degli intermediari finanziari, i quali sembrano ignorare le nuove regole dettate del 141 e le più elementari leggi di mercato e concorrenza, più precisamente le difficoltà operative nascono soprattutto dalla volontà degli istituti bancari e/o finanziari di rifiutare richieste di collaborazione sulla base di criteri che rimangono ignoti o sulla base di motivazioni prive di fondamento. Si comprende come questo atteggiamento abbia carattere altamente discriminatorio e comporti la violazione delle leggi in materia di concorrenza sul mercato. Ed è proprio in questo contesto che si inserisce la battaglia che Raffaele Tafuro conduce da diversi mesi nei confronti delle banche e degli istituti finanziari.

A Roma si sono poste le basi della costituenda associazione attraverso la definizione delle cariche interne, della sede legale e con l’approvazione dello Statuto. Sono stati illustrati, inoltre, gli obiettivi che la stessa intende perseguire.

Tutti i presenti dopo ampia ed articolata discussione ed ad unaminità hanno convenuto di fissare la sede legale in Roma alla Via Beato Angelico n.45 e di nominare Raffaele Tafuro come Presidente e tesoriere, Antonio Falanga come Vice Presidente, Stefano Melia come Segretario. Tutti gli eletti hanno stabilito le linee guida ed i programmi futuri.

Atto Costitutivo e Statuto 

"ASSOPAM" Associazione per agenti e mediatori creditizi

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA 03.03.2015

 

Il giorno 03 marzo 2015 si riunisce l’assemblea ordinaria degli Associati aderenti all'Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi brevemente “ASSOPAM”, con sede legale in Roma, Via Beato Angelico n.45, codice fiscale 97811590583.

Assume la presidenza dell’assemblea il Sig. Raffaele Tafuro, domiciliato per la carica presso la sede sociale sopra indicata, nella sua qualità di Presidente del Consiglio Direttivo, ai sensi dello Statuto vigente, il quale anzitutto constata e chiede darsi atto che l’assemblea è stata convocata dal Consiglio direttivo, in prima convocazione, per il giorno 02 marzo 2015 alle ore 10:00 e, in seconda convocazione, per il giorno 03 marzo 2015 alle ore 11:00, in Brindisi, Viale Commenda n.138 mediante avviso trasmesso a tutti gli interessati a norma di Statuto.

 

La presente assemblea si riunisce in seconda convocazione, essendo la prima andata deserta.

 

Intervengono a questa adunanza i soci:

 

- Signor Raffaele Tafuro, Presidente;

- Signor Vincenzo Marangio (associato)

 

Intervengono a questa adunanza a mezzo video conferenza i soci:

 

- Signor Antonio Falanga (Vice Presidente)

- Signor Stefano Melia (Segretario Generale)

- Signor Antonello Minino (Consigliere Ordinario)

- Signor Gianluca Fresi (Consigliere Ordinario)

- Signor Fulvio Rapana' (Consigliere Ordinario)

 

 

Il Presidente invita, con il consenso dei presenti, a svolgere le funzioni di segretario il Sig. Vincenzo Marangio, che accetta.

 

Dopo aver verificato la regolarità della costituzione dell’assemblea e accertata l’identità e la legittimazione dei presenti, il Presidente, constatato altresì che nessun Associato ha presentato richiesta di opposizione, dichiara la presente assemblea validamente costituita ai sensi di legge e di Statuto, e atta a discutere e deliberare gli argomenti posti al seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

1. bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014 discussione e conseguenti determinazioni;

2. varie ed eventuali.

 

Tutti gli intervenuti si sono riconosciuti edotti sugli argomenti all’ordine del giorno sopraindicati.

 

***

Il Presidente dà il benvenuto a tutti gli Associati intervenuti alla odierna assemblea e procede  alla trattazione del primo punto all’ordine del giorno e illustra il Bilancio consuntivo e rendiconto finanziario della gestione per l’esercizio 2014, documenti trasmessi all’atto della convocazione della presente Assemblea.

Il Presidente evidenzia ai presenti che, dopo la costituzione dell'associazione e il contestuale versamento delle quote dei soci fondatori per un totale di euro 600,00 euro , l'associazione non ha avuto altre risorse. La somma totale di euro 600,00 sono state impiegate per far fronte alla spese di costituzione, spese pranzo presso "La Retaina", registrazione dell'atto costitutivo c/o agenzia delle entrate, spese diritti e marche bollo, affitto sala c/o Romaofficesharing, spese per realizzazione timbro ASSOPAM, spese informatiche, spese e bolli tenuta conto corrente. Conseguentemente alle spese sostenute e in mancanza di risorse e di qualsivoglia attività, il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2014 chiude con un risultato economico pari a zero.

Il Presidente infine, sottolinea la necessità di continuare ad apportare mezzi finanziari all'associazione fino a quando la stessa non si autofinanzierà con le attività istituzionali.

Tutti i presenti confermano la volontà di proseguire per tutto l'anno 2015 con apporti degli associati necessari al finanziamento delle spese dell'associazione, senza tuttavia generare avanzi di cassa e in guisa che il bilancio preventivo del 2015 sia con risultato pari a zero.

 

il Presidente chiede agli Associati di esprimere il proprio voto in merito al punto discusso,

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

di approvare il Bilancio consuntivo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014,

 

***

 

Null’altro essendovi da deliberare all’ordine del giorno, il Presidente domanda ai presenti se ci sono argomenti da sottoporre

Non registrandosi altri interventi l’adunanza è sciolta alle ore 13:20.

 

Il presente verbale viene, infine, approvato e sottoscritto

 

Il Presidente

(Raffaele Tafuro)

Il Segretario

(Vincenzo Marangio)

"ASSOPAM" Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi

 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA 13.01.2016

 

Il giorno 13 gennaio 2016 si riunisce l’assemblea ordinaria degli Associati aderenti all'Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi brevemente “ASSOPAM”, con sede legale in Roma, Via Beato Angelico n.45, codice fiscale 97811590583.

Assume la presidenza dell’assemblea il Sig. Raffaele Tafuro, domiciliato per la carica presso la sede sociale sopra indicata, nella sua qualità di Presidente del Consiglio Direttivo, ai sensi dello Statuto vigente, il quale anzitutto constata e chiede darsi atto che l’assemblea è stata convocata dal Consiglio direttivo, in prima convocazione, per il giorno 12 gennaio 2016 alle ore 10:00 e, in seconda convocazione, per il giorno 13 gennaio 2016 alle ore 11:00, in Brindisi, Viale Commenda n.138 mediante avviso trasmesso a tutti gli interessati a norma di Statuto.

 

La presente assemblea si riunisce in seconda convocazione, essendo la prima andata deserta.

 

Intervengono a questa adunanza i soci:

 

- Signor Raffaele Tafuro, Presidente;

- Signor Vincenzo Marangio (associato)

 

Intervengono a questa adunanza a mezzo video conferenza i soci:

 

- Signor Antonio Falanga (Vice Presidente)

- Signor Stefano Melia (Segretario Generale)

- Signor Antonello Minino (Consigliere Ordinario)

- Signor Gianluca Fresi (Consigliere Ordinario)

- Signor Fulvio Rapana' (Consigliere Ordinario)

 

Il Presidente invita, con il consenso dei presenti, a svolgere le funzioni di segretario il Sig. Vincenzo Marangio, che accetta.

 

Dopo aver verificato la regolarità della costituzione dell’assemblea e accertata l’identità e la legittimazione dei presenti, il Presidente, constatato altresì che nessun Associato ha presentato richiesta di opposizione, dichiara la presente assemblea validamente costituita ai sensi di legge e di Statuto, e atta a discutere e deliberare gli argomenti posti al seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

1. attribuzione del tesoriere ai sensi dell’art. 15 dello Statuto

2. bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015 discussione e conseguenti determinazioni;

3. varie ed eventuali.

 

Tutti gli intervenuti si sono riconosciuti edotti sugli argomenti all’ordine del giorno sopraindicati.

 

***

Il Presidente dà il benvenuto a tutti gli Associati intervenuti alla odierna assemblea e procede  alla trattazione del primo punto posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti che la nomina di tesoriere è scaduta in data 31/12/2015, pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito all’affidamento dell’incarico di tesoriere.

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

 

- di attribuire l’incarico di tesoriere fino al 31/12/2020 al Presidente Raffaele Tafuro che accetta.

 

***

Il Presidente procede alla trattazione del secondo e ultimo punto all’ordine del giorno e illustra il Bilancio consuntivo e rendiconto finanziario della gestione per l’esercizio 2015, documenti trasmessi all’atto della convocazione della presente Assemblea.

Il Presidente evidenzia ai presenti che, dopo la costituzione dell'associazione e il contestuale versamento delle quote dei soci fondatori, l'associazione non ha avuto altre risorse e pertanto, non ha mai potuto avviare alcuna attività istituzionale (versamento delle quote associative, donazioni, attività associazionistiche per la raccolta di donazioni/contributi e altre attività). Conseguentemente in mancanza di risorse e di qualsivoglia attività, il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2015chiude con un risultato economico pari a zero.

Il Presidente infine, sottolinea la necessità di continuare ad apportare mezzi finanziari all'associazione fino a quando la stessa non si autofinanzierà con le attività istituzionali.

Tutti i presenti confermano la volontà di proseguire per tutto l'anno 2016 con apporti degli associati necessari al finanziamento delle spese dell'associazione, senza tuttavia generare avanzi di cassa e in guisa   che il bilancio preventivo del 2016 sia con risultato pari a zero.

 

il Presidente chiede agli Associati di esprimere il proprio voto in merito al punto discusso,

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

di approvare il Bilancio consuntivo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015,

 

***

 

Null’altro essendovi da deliberare all’ordine del giorno, il Presidente domanda ai presenti se ci sono argomenti da sottoporre

Non registrandosi altri interventi l’adunanza è sciolta alle ore 13:20.

 

Il presente verbale viene, infine, approvato e sottoscritto

 

Il Presidente

(Raffaele Tafuro)

Il Segretario

(Vincenzo Marangio)

"ASSOPAM" Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi

VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA 29.11.2017

 

Il giorno 29 novembre 2017 si riunisce l’assemblea straordinaria degli Associati aderenti all'Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi brevemente “ASSOPAM”, con sede legale in Roma, Via Beato Angelico n.45, codice fiscale 97811590583.

Assume la presidenza dell’assemblea il Sig. Raffaele Tafuro, domiciliato per la carica presso la sede sociale sopra indicata, nella sua qualità di Presidente del Consiglio Direttivo, ai sensi dello Statuto vigente, il quale anzitutto constata e chiede darsi atto che l’assemblea è stata convocata dal Consiglio direttivo, in prima convocazione, per il giorno 28 novembre 2017 alle ore 15:00 e, in seconda convocazione, per il giorno 29 novembre 2017 alle ore 15:00, in questo luogo mediante avviso trasmesso a tutti gli interessati a norma di Statuto.

 

La presente assemblea si riunisce in seconda convocazione, essendo la prima andata deserta.

Intervengono a questa adunanza i soci:

 

- Signor Raffaele Tafuro, Presidente;

- Signor Vincenzo Marangio (associato)

 

Intervengono a questa adunanza a mezzo video conferenza i soci:

 

- Signor Antonio Falanga (Vice Presidente)

- Signor Stefano Melia (Segretario Generale)

- Signor Antonello Minino (Consigliere Ordinario)

 

Intervengono a questa adunanza a mezzo telefono i soci:

 

- Signor Fulvio Rapana' (Consigliere Ordinario)

 

Il Presidente invita, con il consenso dei presenti, a svolgere le funzioni di segretario il Sig. Vincenzo Marangio, che accetta.

 

Dopo aver verificato la regolarità della costituzione dell’assemblea e accertata l’identità e la legittimazione dei presenti, il Presidente, constatato altresì che nessun Associato ha presentato richiesta di opposizione, dichiara la presente assemblea validamente costituita ai sensi di legge e di Statuto, e atta a discutere e deliberare gli argomenti posti al seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

1. cambio indirizzo sede legale

2. nomina del nuovo consiglio direttivo

3. nomina del nuovo segretario generale

4. nomina del direttore generale

5. modifica degli articoli 4, 9, 11 e 18 dello statuto

6. modifica dello statuto, inserimento nuovo articolo 19 "Collegio dei Probiviri"

7. approvazione posta certificata

8. approvazione contenuti e grafica riportati nel nuovo sito internet    

9. approvazione dei bilanci economici

10. varie ed eventuali

 

 

Tutti gli intervenuti si sono riconosciuti edotti sugli argomenti all’ordine del giorno sopraindicati.

 

***

Il Presidente dà il benvenuto a tutti gli Associati intervenuti alla odierna assemblea e procede  alla trattazione del primo punto posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti che da qualche tempo si è verificato l'evento dell'indisponibilità dell'utilizzo della sede in Roma di Via Beato Angelico n.45, pertanto è indispensabile trasferire la domiciliazione della sede Legale dell'Associazione in altro luogo e chiede tra i presenti qualche soluzione in merito. A tal proposito interviene il consigliere Antonello Minino che si offre volontario a mettere a disposizione la domiciliazione presso la sede di Via Rubens n.7 - 20148 Milano, soluzione apprezzata tra i presenti;  

 

pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito al cambio indirizzo della sede legale.

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

 

- il trasferimento della domiciliazione legale dell'associazione Assopam presso gli uffici di Via Rubens n.7 - 20148 Milano.

 

***

Il Presidente procede  alla trattazione del secondo punto posto all’ordine del giorno, la nomina del nuovo consiglio direttivo. Prima di passare alle determinazioni il Presidente legge a tutti i presenti (su esplicita richiesta) lettera delle dimissioni del Socio Fondatore Gianluca Fresi pervenuta a seguito della convocazione della presente assemblea.  Gianluca Fresi spiega nel corpo della lettera le motivazioni che lo spingono a lasciare definitivamente l'associazione che alleghiamo al presente verbale sotto la lettera (A)

Il Presidente inviata i presenti a prendere atto che tutte le cariche del direttivo sono azzerate e pertanto chiede a tutti i presenti di passare alla nomina del nuovo consiglio direttivo di nove unità e che guiderà l'associazione nei prossimi mesi.

 

pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito la nomina del nuovo consiglio direttivo.

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

 

- di attribuire l’incarico di:

 

Presidente: Raffaele Tafuro;

Vice Presidente: Antonio Falanga,

Consigliere Ordinario: Stefano Melia

Consigliere Ordinario: Antonello Minino 

Consigliere Ordinario: Fulvio Rapana'

Consigliere Ordinario: Vincenzo Marangio

Consigliere Ordinario: Danilo Tafuro

Consigliere Ordinario: Lello Piperno

Consigliere Ordinario: Andrea Nitti

 

***

Il Presidente procede  alla trattazione del terzo punto posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti la necessità di nominare il segretario generale a seguito delle dimissioni dall'incarico nei giorni scorsi da parte del consigliere Stefano Melia,

pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito all’affidamento dell’incarico di Segretario Generale

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti, dopo un ampia discussione e valutazione dei vari candidati per la carica

 

DELIBERA

 

- di attribuire l’incarico di Segretario Generale al Sig. Lello Piperno.

 

 

***

 

Il Presidente procede alla trattazione del quarto punto posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti di posticipare la nomina del direttore generale in una delle prossime riunioni.

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

 

- di posticipare la nomina del direttore generale in una delle prossime riunioni del direttivo.

 

 

***

Il Presidente procede alla trattazione del quinto punto nello specifico modifica degli articoli 4, 9, 11, e 18 dello statuto indicando ai presenti la necessità delle modifiche statuarie sia per far fronte alle numerose richieste di aiuto che giungono da parte dei consumatori che in previsione alla futura iscrizione di Assopam in OAM Organismo Agenti e Mediatori

 

Articolo 4 (integrazione)

m. prestare assistenza ai consumatori associati;

n. favorire e promuovere la diffusione di notizie ed informazioni attinenti la difesa del consumo ed il consumo consapevole;

o. promuovere le istanze sociali dei consumatori presso le istituzioni;

p. agevolare il confronto tra professionisti e volontari cittadini, per l'approfondimento di tematiche inerenti il rispetto e la difesa dei valori civili;

q. offrire supporto e coordinamento alle azioni rivolte a tutelare e garantire i diritti dei consumatori, anche stipulando convenzioni con studi professionali o altre associazioni che perseguano le medesime finalità;

r.  divulgare informazioni di carattere tecnico e giuridico;

s. vigilare sul rispetto dei diritti dei consumatori;

t. organizzare convegni, incontri e conferenze sul tema della tutela dei diritti dei consumatori;

 

Articolo 9 (sostituzione/modifica)

- elegge il Presidente unitamente ai membri del Consiglio Direttivo ogni due anni abrogato e sostituito con:

- elegge il Presidente unitamente ai membri del Consiglio Direttivo ogni cinque anni;

 

Articolo 11(sostituzione/modifica)

- l'associazione è amministrata da un consiglio direttivo composto da sei membri. I consiglieri devono essere soci durano in carica 2 anni e sono rieleggibili abrogato e sostituito con:

- l'associazione è amministrata da un consiglio direttivo composto da nove membri. I consiglieri devono essere soci durano in carica 5 anni e sono rieleggibili.

 

Articolo 18 (sostituzione/modifica)

- Foro competente Roma Abrogato e sostituito con:

- Foro competente è il luogo di residenza del presidente in carica

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti, dopo un ampia discussione e valutazione della modifica degli articoli 9, 11 e 18 dello statuto

 

DELIBERA

 

- la modifica degli articoli 9, 11 e 18 dello statuto

 

 

***

Il Presidente procede alla trattazione del sesto punto che prevede la modifica dello statuto e l'inserimento di un nuovo articolo nello specifico l'articolo 19 "Collegio dei Probiviri", e spiega ai presenti la necessità  e i benefici che il collegio dei probiviri porterà agli associati soprattutto in termini di una maggiore tutela e trasparenza delle attività associazionistiche,

 

Articolo 19

Il Collegio dei Probiviri viene eletto dal consiglio direttivo. Qualsiasi Socio può candidarsi alla elezione per la carica di Probiviro, purchè sia in regola con tutti gli articoli statutari e non sia mai stato soccombente in un giudizio di violazione del Codice Deontologico.

Il Collegio dei Probiviri, in carica per due anni, si compone di almeno quattro membri massimo nove, un presidente (scelto dal Consiglio Direttivo) con potere di rappresentanza, due vice presidenti (scelti dal Presidente Collegio dei Probiviri) che agiscono con potere di rappresentanza esclusivamente in assenza del presidente del Collegio dei Probiviri e su sua espressa dichiarazione scritta e inviata a tutti i componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri.

La funzione del Collegio dei Probiviri è quella di controllare il rispetto delle norme statutarie, etiche e deontologiche da parte dei Soci e degli altri organi sociali, nonché di dirimere eventuali controversie che dovessero sorgere tra Soci ovvero tra Soci e organi sociali ovvero tra Soci e terzi, escluse quelle che per legge o per statuto competono ad altre entità giudicanti.

Il Collegio dei Probiviri opera in piena indipendenza e risponde, per il tramite dei suoi componenti, esclusivamente al Consiglio Direttivo.

Il Collegio dei Probiviri agisce per propria iniziativa o su segnalazione, esamina e giudica secondo equità, in via arbitraria irrituale e senza formalità di procedura, trasmettendo quindi il proprio insindacabile giudizio al Consiglio Direttivo e che quest'ultimo adotterà gli opportuni provvedimenti attuativi.

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti, dopo un ampia discussione e valutazione della modifica dello statuto e l'inserimento del nuovo articolo 19

 

DELIBERA

 

- la modifica dello statuto e l'inserimento dell'articolo 19 nello statuto

 

 

***

 

Il Presidente procede  alla trattazione del settimo e ottavo punto posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti la necessità di dover disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata e all'approvazione dei contenuti e della grafica riportati nel nuovo sito internet www.assopam.it,

 

pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito all’acquisto e al futuro utilizzo della posta certificata  e all'approvazione dei contenuti e della grafica riportati sul sito

 

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti, dopo un ampia discussione e valutazione

 

DELIBERA

 

- di procedere all'acquisto della posta certificata, al futuro utilizzo  e all'approvazione dei contenuti e della grafica riportati sul sito

 

 

***

Il Presidente procede alla trattazione del nono e ultimo punto all’ordine del giorno e illustra il Bilancio consuntivo e rendiconto finanziario della gestione per l’esercizio 2016, documenti trasmessi all’atto della convocazione della presente Assemblea.

Il Presidente evidenzia ai presenti che, dopo la costituzione dell'associazione e il contestuale versamento delle quote dei soci fondatori, l'associazione non ha avuto altre risorse e pertanto, non ha mai potuto avviare alcuna attività istituzionale (versamento delle quote associative, donazioni, attività associazionistiche per la raccolta di donazioni/contributi e altre attività). Conseguentemente in mancanza di risorse e di qualsivoglia attività, il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2016 chiude con un risultato economico pari a zero.

Il Presidente infine, sottolinea la necessità di continuare ad apportare mezzi finanziari all'associazione fino a quando la stessa non si autofinanzierà con le attività istituzionali.

Tutti i presenti confermano la volontà di proseguire per tutto l'anno 2017 con apporti degli associati necessari al finanziamento delle spese dell'associazione, senza tuttavia generare avanzi di cassa e in guisa che il bilancio preventivo del 2018 sia con risultato pari a zero.

 

il Presidente chiede agli Associati di esprimere il proprio voto in merito al punto discusso,

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

di approvare il Bilancio consuntivo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016,

 

***

 

Null’altro essendovi da deliberare all’ordine del giorno, il Presidente domanda ai presenti se ci sono argomenti da sottoporre

Non registrandosi altri interventi l’adunanza è sciolta alle ore 19:40.

 

Il presente verbale viene, infine, approvato e sottoscritto

 

Il Presidente

(Raffaele Tafuro)

Il Segretario

(Vincenzo Marangio)

"ASSOPAM" Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA 25.07.2018

 

Il giorno 25 del mese di Luglio 2018, alle ore 11:00 si è riunita in via Raffaele Conforti, 17 a Salerno, l’assemblea ordinaria degli Associati aderenti all'Associazione piccoli agenti e mediatori creditizi brevemente “ASSOPAM”, con sede legale in Milano Via Rubens n.7, codice fiscale 97811590583.

 

La presente assemblea si riunisce in seconda convocazione, essendo la prima andata deserta.

 

Intervengono a questa adunanza i soci:

 

- Signor Raffaele Tafuro, Presidente;

- Signor Antonio Falanga (Vice Presidente)

- Signor Piperno Lello (Segretario)

- Signor Antonello Minino (Consigliere Ordinario)

- Signor Tafuro Danilo (Consigliere Ordinario)

 

 

Il Presidente invita, con il consenso dei presenti, a svolgere le funzioni di segretario il Sig. Antonio Falanga, che accetta.

 

Dopo aver verificato la regolarità della costituzione dell’assemblea e accertata l’identità e la legittimazione dei presenti, il Presidente, constatato altresì che nessun Associato ha presentato richiesta di opposizione, dichiara la presente assemblea validamente costituita ai sensi di legge e di Statuto, e atta a discutere e deliberare gli argomenti posti al seguente ordine del giorno:

 

  1. definizione delle nuove strategie associative per aumentare il numero degli iscritti;

  2. definizione del nuovo progetto di servizi;

  3. valutazione eventuale adesione OAM;

    1. definizione delle natura delle somme versate

    2. ricerca degli associati e ruoli da assegnare se interessati a sostenere la causa

  4. struttura Assopam:

    1. definizione degli organi centrali:

    2. consiglio Direttivo: modalità di elezione dei membri

    3. assemblea dei fondatori, che eleggeranno il primo consiglio direttivo e definiranno le regole – tale assemblea potrà trasformarsi in seguito nel collegio dei probiviri (organo di controllo)

    4. assemblea degli associati ordinari – a cui parteciperanno tutti gli associati una volta l’anno almeno per l’approvazione di un eventuale rendiconto

  5. varie ed eventuali

 

Tutti gli intervenuti si sono riconosciuti edotti sugli argomenti all’ordine del giorno sopraindicati.

 

***

In riferimento al primo punto posto all’ordine del giorno, il Presidente evidenzia gli importanti risultati raggiunti negli ultimi mesi in termini di numero di nuovi aderenti al progetto ASSOPAM e sottolinea che la forte attrattività di ASSOPAM deriva principalmente dalla serietà ed onestà intellettuale degli amministratori, oltre che dalla concretezza delle battaglie affrontate a favore della categoria professionale. Sprona tutti i presenti a diffondere trai colleghi notizie ed aggiornamenti sulle attività Assopam al fine di accrescere il potere attrattivo e di conseguenza associare nuovi professionisti del mondo del credito. Dopo quanto detto, il Presidente fissa quale obiettivo il raggiungimento del numero di associati tale da poter permettere l’iscrizione dell’associazione all’interno del board OAM entro fine 2018.

Ascoltato il Presidente, i presenti in maniera unanime aderiscono a quanto proposto.

 

Il secondo punto all’ordine del giorno viene introdotto dal Segretario, il quale sottolinea l’idea fondamentale di realizzare un’infrastruttura informatica, nonché di servizi dematerializzati in generale che possano migliorare l’operatività e soprattutto ottimizzare l’attività commerciale degli associati ed essere un incentivo per potenziali nuovi aderenti. Lo stesso invita i presenti a fornire idee per completare il progetto illustrato. Gli associati si riservano di fornire spunti per il progetto summenzionato, rimandando a successiva assemblea la trattazione dell’argomento in modo più specifico ed approfondito.

 

Al terzo punto previsto in scaletta, il Presidente presenta il progetto di far aderire ASSOPAM al board OAM. Lo stesso spiega che diventare una controparte riconosciuta permette alle attività condotte di avere maggior valenza in termini mediatici e concreti, senza sottovalutare la maggior attrattiva su potenziali aderenti. Il sig. Tafuro comunica che per diventare un’associazione riconosciuta sono necessari due requisiti: il versamento di € 15.000,00 (quindicimila/00) e rappresentare il 10% degli iscritti in uno dei due elenchi tenuti dall'Organismo ovvero di rappresentare più soggetti iscritti in uno degli elenchi tenuti dall'Organismo per i quali operino complessivamente almeno 250 dipendenti o collaboratori ai sensi dell'art. 128-novies TUB. In ordine al primo requisito, il Presidente propone ai presenti di anticipare per conto di ASSOPAM ed in maniera equa tale somma. Per quanto attiene il raggiungimento del numero di aderenti previsti dallo Statuto OAM, il Presidente ribadisce il proprio impegno nell’attività di proselitismo, invitando e spronando anche gli altri componenti del direttivo. Inoltre, suggerisce di ricercare una formula di organigramma associativo che preveda organi centrali e periferici all’interno del quale inserire aderenti attivamente interessati ed attratti dalla causa ASSOPAM, così da generare ulteriori potenziali attrattori per nuovi aderenti.

I presenti, ascoltato quanto sopra, forniscono piena disponibilità a farsi inizialmente carico dell’anticipato versamento a favore dell’associazione verso OAM, evidenziando l’impegno a raggiungere il numero previsto per entrare in OAM.

 

Al quarto punto posto all’ordine del giorno, il Presidente, in funzione dell’obiettivo di rendere ASSOPAM un’associazione riconosciuta e di essere pronta a sostenere quanto ne deriverà, introduce l’importanza di realizzare un organigramma associativo strutturato come segue:

  • Consiglio direttivo, composto da 5 membri, tra cui il Presidente, il Vice-presidente, il Segretario e due consiglieri eletti secondo le norme dello statuto Assopam;

  • Assemblea dei Fondatori, composto dagli associati della costituzione, che hanno eletto il primo consiglio direttivo e redatto atto costitutivo e statuto, che in seguito potrà avere la funzione del Consiglio dei Probiviri ovvero di un organo di controllo;

  • Assemblea Ordinaria degli associati, a cui parteciperanno tutti gli aderenti Assopam, almeno una volta all’interno dell’anno solare per approvare la rendicontazione e per tutte le attività previste da legge.

I Presenti esprimono in modo unanime voto favorevole alla proposta del Presidente, riservandosi nelle successive assemblee precisazioni in merito.

 

 

            Al quinto punto posto all'ordine del giorno "varie e ed eventuali" il Presidente propone di discute dei seguenti punti:

A) bilancio di esercizio al 31 dicembre 2017 discussione e conseguenti determinazioni;

B) rettifica nome dell'associazione;

 

 

Tutti gli intervenuti si sono riconosciuti edotti sugli argomenti all’ordine del giorno sopraindicati.

 

***

Il Presidente procede alla trattazione del punto (A) all’ordine del giorno e illustra il Bilancio consuntivo e rendiconto della gestione per l’esercizio 2017, documenti trasmessi all’atto della convocazione della presente Assemblea.

Il Presidente evidenzia ai presenti che, nell'anno 2017 tutte le attività e le spese correnti dell'associazione sono state finanziate direttamente dal Presidente. L'associazione ha ricevuto a titolo di donazione la somma di euro 400,00 giacenti sul conto corrente c/o Monte dei paschi di Siena filiale di Brindisi. Il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2017 chiude con un risultato economico con un avanzo pari a euro 400,00.

 

Il Presidente infine, sottolinea la necessità di continuare ad apportare mezzi finanziari all'associazione fino a quando la stessa non si autofinanzierà con le attività istituzionali.

Tutti i presenti confermano la volontà di proseguire per tutto l'anno 2018 con apporti degli associati necessari al finanziamento delle spese dell'associazione, senza tuttavia generare avanzi di cassa e in guisa che il bilancio preventivo del 2018 sia con risultato pari a zero.

 

il Presidente chiede agli Associati di esprimere il proprio voto in merito al punto discusso,

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti,

 

DELIBERA

di approvare il Bilancio consuntivo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017,

di approvare il Bilancio preventivo per l'esercizio per l'anno 2018.

 

***

Il Presidente procede  alla trattazione del punto (B) posto all’ordine del giorno, indicando ai presenti la necessità di cambiare il nome dell'associazione da Associazione piccoli Agenti e Mediatori a Associazione per Agenti e Mediatori, il Presidente spiega ai presenti che in vista di uno sviluppo capillare territoriale delle attività dell'associazione è un bene sostituire il nome dell'associazione in Associazione Italiana per Agenti e Mediatori, pertanto l’assemblea degli Associati, deve deliberare in merito il cambio del nome

 

L’assemblea, con il voto unanime degli Associati presenti, dopo un ampia discussione e valutazione delle prospettive

 

DELIBERA

 

- che il nome dell'associazione sarà Associazione per Agenti e Mediatori

 

 

Null’altro essendovi da deliberare all’ordine del giorno, il Presidente domanda ai presenti se ci sono argomenti da sottoporre

Non registrandosi altri interventi l’adunanza è sciolta alle ore 16:30.

 

Il presente verbale viene, infine, approvato e sottoscritto

 

 

Il Presidente

(Raffaele Tafuro)

 

Il Vice-Presidente

(Antonio Falanga)

Associazione per Agenti e Mediatori Creditizi 

Via Rubens n. 7 - 20148 Milano 

C.F. 97811590583 

Legalmail assopam@pec.it 

  • Facebook Clean
  • LinkedIn Clean

- Per non dimenticare mai - 

Media Partner